Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.
Facebook Twitter Google+
Santo del giorno: 28 Giugno - Sant'Ireneo di Lione (vescovo e martire)

ANTEPRIMA "SEGNO"

Su Il Segno del Soprannaturale n. 337 luglio 2016

LE APPARIZIONI DI
GHIAIE FURONO
PREDETTE?
a cura di Alberto Lombardoni
 
LE PREDIZIONI DELLA MADONNA A CAMILLA BRAVI
Il 15 agosto 1927, la Madonna aveva predetto a Camilla Bravi, una mistica bergamasca di Curno (in provincia di Bergamo), che sarebbe ancora apparsa nelle vicinanze. La Madonna le disse: “Sì, apparirò nei pressi di Curno, perché questa parrocchia ha per patrona l’Assunta. Apparirò a bambine che staranno nei campi giocando. Apparirò prima e dopo il dogma della mia Assunzione per confermare che io sono l’Assunta, che il mio corpo non poteva marcire e che è stato assunto in Cielo dagli angeli e da mio Figlio…”.
Si tenga presente che Curno dista pochi chilometri da Ghiaie di Bonate, dove nel maggio del 1944, la Madonna apparve per ben tredici volte alla piccola Adelaide Roncalli che si trovava nei campi a raccogliere dei fiori con alcune
compagne.
La predizione della Vergine fatta diciassette anni prima a Camilla Bravi si era avverata. Il 13 maggio 1944 (anniversario della prima apparizione di Fatima avvenuta nel 1917) ebbero inizio
le apparizioni a Ghiaie di Bonate. Pio XII proclamò il dogma dell’Assunzione il 1° novembre 1950 e il 9 maggio 1988, sempre in provincia di Bergamo, la Madonna apparve anche a Roberto Longhi sul monte Misma.
 
L’APPARIZIONE DI GHIAIE FU PREDETTA AL PAPA?
Nel 1944, - scrive la scrittrice Ermenegilda Poli nel suo libro “La Fede della gente a Bonate” - di fronte a tante iniquità causate dalla propaganda antireligiosa, Papa Pio XII chiamò Lucia di Fatima a Roma per sapere del “Terzo Segreto”. Lucia rispose di non poter divulgare nulla prima del 1960, senza il consenso della Madonna. Chiese pertanto al Papa il permesso di ritirarsi a
pregare per chiedere consiglio alla Madonna.
Lucia ritornò dal Papa e disse: “Verso la fine della guerra, la Madonna apparirà in Italia a una bambina di sette anni di una famiglia povera, in un piccolo paese, per proteggere il Papa e aiutare il mondo”.
 
Continua sul Segno di luglio
 
Si concludono, inoltre,  l’incredibile storia della mistica Raimonda Bonnenfat e l’interessantissimo reportage della tavola rotonda tenuto dagli esorcisti presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. Da non perdere gli interventi conclusivi di Padre François Dermine e don Aldo Buonaiuto.
 
E tanto altro ancora!
 

 

Logo Edizioni Segno

EDIZIONI SEGNO - Via E. Fermi, 80/1 - Fraz. Feletto Umberto - 33010 - Tavagnacco (UD) Tel. 0432 575179 - Fax 0432 688729 - P.IVA 02485510305

Copyright © 2016 - Tutti i diritti sono riservati - Web design by nicolagiornetta.com

Condizioni di vendita - Informativa sulla privacy