Via E. Fermi, 80/1 - Fraz. Feletto Umberto
33010 - Tavagnacco (UD)
Tel. 0432 575179 - Fax 0432 688729
partita iva 02485510305
info@edizionisegno.it

:: Home :::: Chi siamo :::: Dove siamo :::: Contatti :::: Distributori ::

Santo del giorno: 20 Aprile - san Teodoro Trichinas

Anteprima "Segno"

L'assaggio del "Segno"

PADRE TARABORELLI E LA POSSESSIONE DIABOLICA OGGI
Intervista di Anna Maria Turi

- Nella sua lunga esperienza di esorcista, quali tratti caratterizzanti ha presentato il demonio?
- Ricordiamoci che egli, creato buono da Dio, per disubbidienza se ne è allontanato diventando suo nemico. È quindi innanzi tutto un essere reale, vivo, intelligentissimo, ma privo di corpo perché puro spirito. Tenta l’uomo per farlo allontanare da Dio e tuttavia agisce nei limiti permessi da Dio. È un essere subdolo, che si nasconde, che fa di tutto per non farsi riconoscere per meglio ingannare e sedurre; è menzognero, perverso e cerca di pervertire allontanando l’uomo dal Signore e da una vita moralmente sana.

- Come possiamo capire se una persona è vittima delle sue angherie?
- Il Rituale Romano elenca alcuni criteri di diagnosi diabolica, che consistono nel riscontro di capacità anormali e abnormi nel soggetto in questione: parlare lingue sconosciute; rivelare cose nascoste o lontane; manifestare forze superiori alla propria condizione fisica; avversare il Sacro, Gesù, Maria, i Santi…

- La persona in balia di quali sentimenti si trova?
Chi è disturbato è in preda a un’angoscia senza motivo, a un senso insopportabile di oppressione e a impulsi negativi come l’ira, il rancore, la rabbia, lo spirito di vendetta… Quelli più disturbati si agitano, diventano oltremodo violenti, si ribellano con tutte le loro forze contro il sacerdote. La lotta tra il diavolo che è in lui e l’esorcista diventa spesso così terribile che c’è bisogno che i parenti, che spesso assistono all’esorcismo, trattengano il posseduto per le braccia e a volte contro il pavimento quando si divincola, esercitando tutta la loro forza perché l’uno o l’altro dei due, il posseduto e il sacerdote che scaccia il diavolo, non si facciano male. Nel corso di questa lotta, in cui si odono insulti, bestemmie e minacce e si compiono gesti di vilipendio e osceni, ci vuole molta preghiera da parte dei presenti per portare a buon fine l’esorcismo.

[...]

Continua sul Segno di marzo 2014

 

Cerca nel sito

Catalogo online


SFOGLIA IL CATALOGO GENERALE 2014 ONLINE

Newsletter

Iscriviti!
tua e-mail


Conferma e-mail

Condividi

Facebook

Via E. Fermi, 80/1 - Fraz. Feletto Umberto - 33010 - Tavagnacco (UD) - Tel. 0432 575179 - Fax 0432 688729
Copyright (C) - Tutti i diritti sono riservati - Web design by Nicola Giornetta - www.nicolagiornetta.com