Via E. Fermi, 80/1 - Fraz. Feletto Umberto
33010 - Tavagnacco (UD)
Tel. 0432 575179 - Fax 0432 688729
partita iva 02485510305
info@edizionisegno.it

:: Home :::: Chi siamo :::: Dove siamo :::: Contatti :::: Distributori ::

Santo del giorno: 20 Aprile - san Teodoro Trichinas

Ricerca per categoria

Teresa Musco
Teresa Musco nacque nel 1943 a Caiazzo, in provincia di Caserta. La sua infanzia fu segnata da sofferenze e paure che formarono il suo senso di responsabilità e la sua generosità. Durante la settimana santa del 1969 Teresa ricevette le stigmate e successivamente anche le piaghe della corona di spine. Intanto la sua salute andava peggiorando e a tutte le sue sofferenze mistiche si aggiungevano anche le vessazioni diaboliche, l’emarginazione da parte dei suoi familiari, le insinuazioni e i sospetti. Infine, negli ultimi mesi di vita di Teresa, molte immagini di Gesù e della Madonna iniziarono a lacrimare e a versare sangue. Teresa morì nel 1976, all’età di 33 anni.
Padre e maestro
“Riandando con la memoria alla vita e alle opere della Fraternità e del movimento, il primo aspetto che colpisce è l’impegno posto nel mettersi in ascolto dei bisogni dell’uomo di oggi. L’uomo non smette mai di cercare: quando è segnato dal dramma della violenza, della solitudine e dell’insignificanza, come quando vive nella serenità e nella gioia, egli continua a cercare. L’unica risposta che può appagarlo acquietando questa sua ricerca gli viene dall’incontro con Colui che è alla sorgente del suo essere e del suo operare. Il movimento, pertanto, ha voluto e vuole indicare non una strada, ma la strada per arrivare alla soluzione di questo dramma esistenziale. La strada, quante volte Ello lo ha affermato, è Cristo” (Giovanni Paolo II).
Il silenzio del vetro
In questo libro l’autrice stupirà il lettore con una storia-diario ambientata tra i suoi adorati monti. Il suo accorato reportage accompagna passo dopo passo la trasformazione in tecnologia del delicato e preciso equilibrio della natura, sempre più spesso sacrificata nel nome della modernità e del profitto. In un crescendo incalzante di diversi sentimenti l'autrice riuscirà, attraverso le sue riflessioni, a trasmettere ai lettori un messaggio di positività e di speranza.
Diario di un Papista
Diario di un papista è, principalmente, il resoconto degli incontri dell'autore, il vaticanista Gianluca Barile, con Benedetto XVI e Francesco. Al primo, Barile ha letteralmente consacrato la propria vita, e ciò emerge chiaramente in ogni parte del libro; libro in cui l'autore racconta anche il percorso umano che lo ha condotto da un'iniziale diffidenza verso il nuovo Pontefice, ai suoi occhi così diverso nello stile da Benedetto XVI, ad una sua piena e convinta accettazione, favorita dalle qualità umane e spirituali di Papa Francesco, il Vescovo di Roma arrivato dall'Argentina. Lo stile del libro è scorrevole, capace di affascinare i lettori desiderosi di conoscere più da vicino gli ultimi Pontefici e tutto quello che gravita attorno a loro. La Prefazione è del Cardinale Kurt Koch.
Dovere e Matrimonio
Il matrimonio è l'incontro, il donarsi esclusivo, completo, totale, necessariamente a due. Ognuno è essenziale e con l’altro realizza l’universo umano, raccoglie ogni differenza e la sublima. Unirsi con una persona è cosa ben diversa che dividersi tra due o tra più persone. Il donarsi eleva e trasforma la soggettività in un Noi ove l'Io è eterno perché è un Noi di corpo e di spirito, che si espande dal passato immemorabile ad un futuro illimitato, grazie alla carne e al sangue che quell'unione crea. Questo libro vuole essere uno strumento per reclamare la presenza e lo spazio nell’Ordinamento Giuridico non di una “riserva indiana”, ma di una scelta di vita che, pur tra tentennamenti, incertezze ed errori, ancora milioni di uomini e donne hanno affrontato e si sentono in grado di realizzare.
Dai tarocchi alla fede
In questo libro leggerete la storia di una forte conversione, un cambiamento possibile solo nel nome di Gesù.
GEMELLAGGIO Due città, una sola fede
Ogni anno Cascia si fa portatrice di un messaggio di Pace e di Fede, gemellandosi con una città, italiana, europea o continentale, dove S. Rita è conosciuta, amata e invocata come donna di pace, di perdono, capace di grandi gesti di carità e solidarietà. Queste pagine raccontano una meravigliosa esperienza Ritiana, vissuta tra la città di Cascia e la città di Santa Cruz, Rio Grande do Norte, a nord Est del Brasile. Tanto grande è stato l’entusiasmo di questa esperienza che, a conclusione dell’evento, Adriano, brasiliano e Marta, italiana, hanno voluto raccontarlo in queste pagine. È la prima volta che un’esperienza del genere viene tramandata su carta.
Il Signore ha un progetto per te
Come tanti, anch’io cercavo la gioia e un giorno mi sono imbattuto in alcune persone che avevano gli occhi sorridenti, perché l’avevano incontrata. Mi sono fatto spiegare come e dove l’avevano trovata, e ho deciso di percorrere anch’io quella strada e la mia vita sta cambiando. Questo testo è il resoconto di cosa può accadere se cerchiamo la gioia dove la Gioia c’è. Inoltre, narrando ciò che è accaduto, prova ad offrire una possibile risposta alla domanda: “Perché dovrei avvicinarmi al Signore e desiderare il dono della Fede?”.
La vita è una lotta continua
È sempre cosa d’infinito stupore intravedere il lavoro di Dio nell’anima umana. Lo splendore di tutta la creazione non è forse che un semplice, un povero annuncio in confronto alla bellezza pura di un’anima. Davvero il mondo dello spirito è infinitamente più vasto e più ricco del mondo della natura! In questo mondo ci introduce la testimonianza di anime umili e pure, che si sono aperte ad accogliere Dio. La vita di queste anime semplici, nascoste, ci aiuta a vivere nella trepida consapevolezza di una presenza di amore, che non è meno efficace anche quando rimane nascosta.
Voglio Vivere
Siamo infelici, turbati dagli avvenimenti che ci circondano e non sappiamo dare una spiegazione alle nostre sofferenze; abbiamo creato un mondo in cui non sappiamo più vivere; il peccato ci ha sfigurato; l’orgoglio e la superbia ci hanno alienato Dio e non sappiamo più ringraziare il nostro Creatore... Con questo libro l’autrice vuole condividere alcune sue esperienze spirituali e meditazioni nella speranza che possano essere utili ad altri.
Sesso Santo

categoria Testimonianze
Questo libro nasce dal lavoro di tre coppie di sposi cristiani cattolici che hanno approfondito la bellezza e la sublimità del sesso santo, cioè del sesso vissuto come dono di sé nell’oblio di sé. Esso, con la forza della grazia di Dio, diventa via al Cielo e anticipo di Paradiso.
Osa aver fiducia
Questo libro è dedicato a tutti coloro che sono nell’angoscia e nell’inquietudine, a tutte le persone che desiderano confortare coloro che sono in difficoltà, a tutti coloro che vogliono rendere credibile la tenerezza di Dio. Tutti coloro che rimangono aperti alla misericordia di Dio constateranno che egli esaudisce ogni preghiera infinitamente al di là di quanto si possa immaginare.
In cammino con Padre Pio sulla strada della carità
Fino al 23 settembre del 1968, data della morte di Padre Pio, continuai ad andare a San Giovanni Rotondo per le confessioni, per assistere alle sue celebrazioni eucaristiche, per poter contemplare estasiata il suo volto. Quale grazia! Quale privilegio! L’arcano del soprannaturale si svelava, attraverso il mistero di un Frate del quale si dicevano cose incredibili: le stesse cose incredibili che si verificavano lì sotto i nostri occhi. Desidero, nel ricordare Padre Pio, far conoscere ai lettori questa sua “Santità” a me rivelata attraverso il “profumo”, i sogni e l’ubiquità della voce, considero simili privilegi con molta semplicità, come una risposta al mio grande affetto per Lui non pensando assolutamente di essere in qualche modo meritevole per aver potuto “toccare con mano” il trascendente.
Mamma, la parola più bella Memorie di una madre del Golgota

categoria Testimonianze
L’amore di una mamma e di suo figlio è indissolubile. Quel cordone ombelicale che lega la vita della madre a quella del figlio all’interno dell’utero è segno di un amore in simbiosi che va ben oltre la vita terrena. In virtù di quel cordone ombelicale, in realtà mai reciso, ogni madre sente che il figlio è ancora e sempre legato a lei, anche quando prima di lei, viene privato del suo involucro fisico temporaneo.
Nennolina racconta...
La piccola Nennolina ci rende un’autentica testimonianza di fede e ci insegna che l’Amore, quello vero, non conosce limiti di età e si esprime e si consuma nei modi più diversi, a volte incomprensibili a chi li osserva in modo superficiale. La vita della bambina, breve ma intensa, è stata una piccola Via Crucis, intessuta di colloqui affettuosi con il Cielo e di visioni mistiche, di sofferenza e di offerta, di preghiera e di attesa. Ancora oggi, a distanza di tanti anni dal suo ingresso in Cielo, è bello ascoltare la storia di Nennolina e trarne un insegnamento utile per il nostro cammino personale.
Libera Teocrazia
“L’incontro quotidiano e reale con Gesù sfocia nell’appagamento pieno di un animo irrequieto, ribelle, combattente, indomito, orgoglioso, felice. È così che la vita acquisisce un senso pieno e compiuto che ci fortifica dentro e illumina il nostro percorso terreno. Siamo grati a Valpondi per averci donato una confessione profondamente umana e altamente spirituale, un esempio per i tanti giovani che oggi hanno perso ogni certezza al punto da non sapere più chi siamo. Anche per coloro che la pensano diversamente, la sua testimonianza ci dice che un’alternativa esiste grazie al dono della fede”. (Prefazione di Magdi Cristiano Allam)
Padre Nazareno Lanciotti
Nel 1971 padre Nazareno Lanciotti partì per il Brasile, stabilendosi a Jaurù, villaggio del Mato Grosso ai confini con la Bolivia. Per trent’anni si adoperò instancabilmente come missionario “fidei donum” della Diocesi di Roma, a favore dei campesinos, realizzando tra l’altro un ospedale, una grande e bella chiesa, una casa per anziani, una scuola e un seminario minore. Padre Nazareno si adoprò, colmo d’amore verso tutti, con l’arma del Rosario e l’affidamento al Cuore Immacolato di Maria, contro i potenti di ogni schieramento, compresi quelli dei poteri occulti e dei narcotrafficanti, per ottenere i diritti fondamentali del suo popolo con quella fede grande amica del cuore e dell’intelligenza. La sera dell’11 febbraio 2001 fu colpito da un killer con un colpo di pistola alla tempia. Morì il 22 febbraio, dopo aver perdonato i suoi assassini, pagando con la vita il suo impegno pastorale.
Non voglio soldi! Meglio povero! Una risposta alla crisi economica
Oggi si parla tanto della crisi economica, ma siamo certi che, quando la crisi non c’era, stavamo bene? E quando terminerà (perché sicuramente un giorno terminerà), siamo certi che staremo bene? Vivremo senza ansia, senza angoscia, senza paura per il domani? E se la colpa della nostra infelicità non fosse da ricercare nella crisi, ma altrove?
Suor Dolores - Dono di Dio
Nel centenario della nascita di Suor Dolores offriamo a tutti la possibilità di conoscere le meraviglie del Signore. Sono pagine schiette e vive, che cercano di offrire alle persone assettate di grazie la condivisione, con un’anima eletta, di momenti della sua vita, ordinari ma illuminati da eventi soprannaturali a volte strabilianti. Suor Dolores era in costante comunione con la Fonte stessa della Grazia e Misericordia, la Madre di Dio.
Quattr’occhi
Mi chiamo Lisa, ho trentatré anni e fino a due anni fa la mia vita era normale: avevo tante energie e non mi fermavo mai. La mia era una vita spensierata e allegra quando, improvvisamente…
Il Signore si fida di tutti noi
Una notte, sopraffatta dallo sconforto, ho urlato: “Gesù, mi hai dato la croce, ma dammi l’energia di continuare, perché sono troppo stanca”. Da quella notte cambiò la mia vita.
La voce del cuore
Capita a tutti prima o poi nella vita di dover dire a se stessi: “Se avessi dato retta alla vocina!”. E questo libro vuole parlarci proprio di quella vocina alla quale non siamo soliti dare retta, ma che ha sempre ragione. È la voce del cuore, quella che molto in sordina ci comunica il nostro sentire più profondo, l’essenza della nostra anima che ci trasmette il suo pensiero, il più importante perché è il vero sentire.
I sette baobab della felicità e del successo
Nonostante i problemi e le difficoltà che devono affrontare quotidianamente, le persone in Africa sono felici, serene, pazienti e determinate. Qual è il segreto della loro felicità? C’è qualcosa che il continente africano può insegnare al mondo occidentale? Attraverso la simbologia del baobab – albero della vita e della rinascita, forte e resistente alle intemperie del clima come l’uomo deve esserlo a quelle della vita – l’autrice cerca di dare una risposta a queste domande, attingendo alla “scienza della vita” racchiusa nella cultura africana.
Emanuela delle braccia dell'Islam?
Per la prima volta, nel ‘caso Orlandi’, chi fa giornalismo prende l’aereo e va di persona a verificare quanto alcune fonti qualificate hanno dichiarato sull’esistenza in vita di Emanuela, scomparsa da Roma 28 anni fa. Le scoperte non sono mancate, tutte convergenti nella direzione indicata dagli informatori. Sulla scena, vecchie conoscenze che hanno avuto in mano le sorti di un destino segnato da svolte drammatiche; ma anche tanti personaggi meno noti o addirittura ignoti, in Italia e fuori d’Italia, che sono intervenuti per mediare o riparare. Il resoconto ha le caratteristiche della cronaca, aderendo solo ai fatti, senza troppi giri di parole. Con molta probabilità questa è la storia di Emanuela Orlandi – dice l’Autrice, che ne sa più di quanto non scriva. Nel peggiore dei casi è la storia di una “bianca”, di un’europea, traghettata verso un mondo che non immaginava di dover scoprire e, infine, amare. Con inserto fotografico a colori.

Cerca nel sito

Catalogo online


SFOGLIA IL CATALOGO GENERALE 2014 ONLINE

Newsletter

Iscriviti!
tua e-mail


Conferma e-mail

Condividi

Facebook

Via E. Fermi, 80/1 - Fraz. Feletto Umberto - 33010 - Tavagnacco (UD) - Tel. 0432 575179 - Fax 0432 688729
Copyright (C) - Tutti i diritti sono riservati - Web design by Nicola Giornetta - www.nicolagiornetta.com