Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.
Facebook Twitter Google+
Santo del giorno: 20 Ottobre - Santa Maria Bertilla Boscardin

ANTEPRIMA "SEGNO"

Su Il Segno del Soprannaturale n. 350 agosto 2017 

 

IPOTESI SUL TERZO SEGRETO DI FATIMA: PRIMA PARTE

di Carmine Alvino

In questi ultimi anni abbiamo assistito a moltissime speculazioni intorno al c.d. terzo segreto di Fatima, da quando, con la sua proclamazione, è stata comunicata al mondo la “terza parte” della visione che Maria Vergine ha elargito a suor Lucia. Non vogliamo qui fare la storia di questo segreto; altri studiosi, ben più informati di noi, nella nostra pregevole rivista “Il Segno” di maggio 2017, hanno già parlato abbastanza compiutamente dei misteri che circondano la stesura definitiva e la comunicazione di questa rivelazione, che diciamolo subito, presenta caratteri molto ambigui e di difficile contestualizzazione.

L’immagine evocata in questo celebre segreto, rimanderebbe, secondo il comune sentire, ad eventi apocalittici in cui, in nuce, si potrebbe individuare una presunta “apostasia” della Chiesa. Un movimento esegetico, denominato “dei Fatimiti”, strumentalizza questo segreto in chiave “sedevacantista” perché, scontenta dall’operato dell’attuale pontificato, auspicando il ritorno di Benedetto XVI sul Trono di Pietro o l’elezione di un altro pontefice.

La comune esegesi di questo segreto ha creduto di individuare in Giovanni Paolo II, oggi santo, il “vescovo vestito di bianco”, che veniva scorto durante l’estasi dei Pastorelli e che cadeva sotto i colpi dei soldati. Per tali ragioni, anche il pontefice emerito – Benedetto – aveva ritenuto di non individuare in questo segreto, se non un significato simbolico, in gran parte già avveratosi con l’attentato avvenuto a Roma, in piazza san Pietro il 13 maggio 1981 e il conseguente ferimento di Giovanni Paolo II.

Con il passare del tempo però, soprattutto con lo scoppio dello scandalo pedofilia nella Chiesa Cattolica, e parallelamente, con la formazione di una esegesi coranica estremizzata che ha generato un fenomeno terroristico globale senza precedenti oltre ad un ritorno forzoso al millenarismo islamico, si è pensato di riprendere tra le mani questo segreto, cercando di individuare in esso i segni dei mutati tempi e dell’instabilità in cui il mondo oggi viene a trovarsi. Per questo molti (tra cui di recente si segnalano i celebri autori Antonio Socci e Saverio Gaeta) hanno pensato che la Chiesa nascondesse un “quarto segreto” o una versione più “apocalittica” di quello comunicatoci dal papa emerito.

Le polemiche legate a questo presunto “quarto segreto” sono andate accrescendosi, recentemente, non solo per l’approssimarsi del centenario delle apparizioni, ma soprattutto grazie alla recente uscita del testo di Jose Maria Zavala, “El Secreto Mejor Guardado De Fatima!” (Il segreto meglio custodito di Fatima), in cui l’autore racconta di aver ricevuto clandestinamente una pagina manoscritta, o meglio una copia contenente la versione reale di questo segreto, derivante direttamente da suor Lucia, che non riportiamo perché non ci pare credibile. È passata inoltre sotto silenzio (o alla stessa non è stata data adeguata considerazione) la circostanza che il c.d. “terzo segreto”, sia stato tramandato, da suor Lucia, prima di morire, a Jessica Gregori, veggente di Civitavecchia.

La straordinaria notizia ci venne presentata nel 2013 dalla trasmissione di Giovanni Minoli, “La Storia Siamo Noi”, con riprese e interviste realizzate da Elisabetta Castana. Davanti alle telecamere di RAI3 infatti, inaspettatamente, Jessica ammise con il suo sorriso semplice che la Madonna sarebbe ritornata con lei sul terzo segreto di Fatima, confermando così indirettamente che non sarebbe stato completamente svelato dalla Chiesa. Non solo, la giovane ebbe anche a riferire di aver incontrato suor Lucia dos Santos (deceduta quasi 98enne a Coimbra nel febbraio del 2005) e di aver confrontato con lei le parole della Madonna. “Quindi c’è stata una specie di passaggio delle consegne”, le ha detto la Castana e Jessica annuì accompagnando il sì con un altro sorriso tranquillo e accattivante.

Sulla scorta di queste notizie, abbiamo deciso anche noi di prendere tra le mani questa rivelazione, cercando di trovarvi un significato, almeno personale. Ne sono scaturite riflessioni molto preoccupanti, che desideriamo condividere con voi, cari lettori, per aprire un confronto diretto su questa rivista.

 

 

Continua sul Segno del Soprannaturale n. 350


Su "Il Segno del soprannaturale" di agosto continua la cronaca dei fatti straordinari accaduti alla mistica calabrese Caterina Bartolotta. Parleremo delle apparizioni quasi dimenticate di Neubois-Frankenbourg, concluderemo la seconda parte che racconta le guarigioni miracolose avvenute grazie all'intercessione della Vergine a Maropati, e tanto altro ancora!

Logo Edizioni Segno

EDIZIONI SEGNO - Via E. Fermi, 80/1 - Fraz. Feletto Umberto - 33010 - Tavagnacco (UD) Tel. 0432 575179 - Fax 0432 688729 - P.IVA 02485510305

Copyright © 2017 - Tutti i diritti sono riservati - Web design by nicolagiornetta.com

Condizioni di vendita - Informativa sulla privacy