Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.
Facebook Twitter
Santo del giorno: 29 Febbraio -

Categoria: SETTE E MASSONERIA

Gaetano di Bari

Stato e Mafia

una cosa sola?

Negli anni ’50 e ’60 il miracolo italiano stupì il mondo e la criminalità diminuì in modo drastico. Ma si è nascosto agli Italiani il cancro della massoneria che, dall’unità d’Italia, aveva invaso Parlamento, Magistratura, corpo forense e stampa. Il cancro, sempre dedito a rapinare, nell’occulto, le risorse del Paese, nel 1970 propose ai vertici mafiosi di iscriversi alla massoneria per partecipare ai loro profitti in cambio di protezione politica e giudiziaria. Iniziò subito l’incremento strabiliante delle organizzazioni mafiose sul punto di scomparire, dei loro profitti e l’eliminazione dei magistrati onesti, dal procuratore capo di Palermo Gaetano Costa sino a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Questa setta ha causato un danno di migliaia di miliardi di euro, l’enorme aumento del debito pubblico e della pressione fiscale, i salari più bassi d’Europa, la perdita dei migliori cervelli e il crollo dell’economia. Sono state attuate tante stragi ed è stata incrementata anche tutta la microcriminalità per deviare l’opinione pubblica.

Clicca sull'immagine per ingrandire

€ 15,00

Pagine: 248

Codice: 9788872828458

Disponibilità: Immediata

Acquista on-line

Condivi:

comments powered by Disqus
Logo Edizioni Segno

EDIZIONI SEGNO - Via E. Fermi, 80/1 - Fraz. Feletto Umberto - 33010 - Tavagnacco (UD) Tel. 0432 575179 - Fax 0432 688729 - P.IVA 02485510305

Copyright © 2020 - Tutti i diritti sono riservati - Web design by nicolagiornetta.com

Condizioni di vendita - Informativa sulla privacy